mercoledì 4 gennaio 2017

😻Parlando di Manga😹: Love Me Knight

😻Parlando di Manga😹

   ***ATTENZIONE!!!***

La trama potrebbe contenere degli spoiler su alcuni fatti importanti dell'opera!


Un saluto a tutti! 
Il manga di cui parlerò oggi è "Love Me Knight", conosciuto ai più forse con il nome del suo adattamento anime "Kiss Me Licia", di Kaoru Tada.

Fin da bambina ho sempre adorato "Kiss Me Licia" e trovare il manga da cui è stato tratto è stata davvero una gradita sorpresa. E le sorprese continuarono durante la lettura dell'opera, ma procediamo con calma... 

La serie conta sette coloratissimi volumi, e dalle copertine si può già notare la prima delle sorprese di cui dicevo: i capelli di Licia (o Yaeko nella versione originale).





Come si può notare i capelli della nostra protagonista, prima di passare alla versione animata, ha deciso di cambiare look e diventare castana, anziché bionda.😉



Sinceramente non conosco il vero motivo di questo cambiamento, ma andando avanti con la lettura del manga ho ideato un'ipotesi: il cambiamento effettuato all'aspetto di Licia potrebbe essere dovuto alle ulteriori numerose modifiche che sono state apportate alla serie nella trasposizione animata.
Si potrebbe quasi dire che siano due storie completamente diverse, da quando le trame differiscono. 

Iniziamo, però, con un accenno di trama: 


Ricordate la sigla cantata da Cristina D'Avena?  ðŸŽµ Un giorno di pioggia Andrea e Giuliano incontrano Licia per caso...Poi Mirko finita la pioggia incontra e si scontra con Licia e così...🎵
Questa cose potrebbe sconvolgere alcuni, ma questa scena nel manga non è presente.

La storia inizia nel ristorante del padre di Yaeko, chiamata Yakko nel quale la ragazza "da' una mano". Inevitabilmente le buone intenzioni di Yakko non valgono a farle cuocere con successo un okonomiyaki*, con somma disperazione del padre Shige, che vede il capolinea della sua attività.

Ulteriore fonte di distrazione per la non molto attenta Yakko è il giovane Satomi, ragazzo molto affascinante che da un po' di tempo ha preso l'abitudine di frequentare il locale dopo il lavoro. 
La giovane prova un certo interesse nei confronti del ragazzo, purtroppo questi suoi sentimenti non vengono espressi perchè... Yakko crede che Satomi sia omosessuale! Satomi, pur essendo a conoscenza della strana idea che Yakko si è fatto di lei e provando lui stesso qualcosa per la ragazza, non rivela il suo vero orientamento...
Proprio come per l'anime, anche nel manga il padre di Licia è iperprotettivo nei confronti della figlia e lo allontanerebbe dal locale se scoprisse la verità.

Dopo aver sporcato la camicia di Satomi con un okonomiyaki, Yakko corre all'università serale, in cui facciamo la conoscenza della sua migliore amica Isuzu (Manuela).
Ed è prorpio all'università che Yakko fa l'incontro che le cambierà la vita: entrando in aula la giovane nota uno strano ragazzo, con un tatuaggio sul braccio e i capelli bicolor, addormentato sul banco. 
Svegliatosi il ragazzo tenta un approccio con la Yakko, salvo poi scoprire di essere in ritardo per il lavoro e schizzare fuori dall'aula.

Tempo dopo, Yakko, si ritrova a giocare con un gruppo di ragazzini del quartiere. Malgrado il tempo passato, la ragazza continua a pensare allo strano tipo incontrato all'università, finché i suoi pensieri non vengono interrotti dall'arrivo di un gatto obeso e del suo padroncino: Il piccolo Hashizo (Andrea) e il gatto Giuliano (Incredibile, ma il nome del gatto resta uguale sia nella versione giapponese che in quella italiana!😅).
Il bambino vive in un altro quartiere con il fratello maggiore, e non ha amici. Grazie all'intervento di Yakko, Hashizo verrà coinvolto nel gioco con gli altri bambini.

Tornata al locale, Yakko si ritrova davanti Satomi, in compagnia di un suo collega, Go (Mirko), lasciando la ragazza stupita: si tratta proprio del ragazzo che aveva incontratto all'università! Questo fa si che Yakko creda che anche Go sia omosessuale e, proprio come Satomi, lavori in un gay-bar.

Ben presto la verità verrà a galla, grazie ad Isuzu, che convince Yakko ad accompagnarla ad un concerto dei Bee Hive, rock band locale divenuta molto famosa, grazie al piccolo Hashizo che scorterà le ragazze al locale dove la band si esibirà e, soprattutto, grazie a Giuliano che durante il concerto si getterà in braccio al cantante: proprio Go, rivelatosi essere il fratello di Hashizo.
Della band fa parte anche Satomi che, vedendo una sconvolta Yakko tra il pubblico, che, essendo ormai la menzogna svelata, rivela alla ragazza di amarla.

Da qui iniziano le peripezie amorose che noi ben conosciamo, anche se con dinamiche diverse, tra cui: una storia lampo con Satomi, puntualmente Friendzonato da Yakko; un fidanzamento molto più rapido con Go, costellato da alcune rotture e allontanamenti; fan dei Bee Hive impazzite all'idea che il loro idolo non sia single e rivali improbabili...

La differenza maggiore sta nella presenza della madre di Go. Perchè, se nell'anime vi è la ricomparsa della madre di Andrea, con l'intento di portare con lei il figlio in Europa con lei; nel manga è la madre di Go a far visita al figlio. Anche se la cara Yoko non sembra intenzionata ad accettare la storia del figlio con la dolce e ingenua Yakko, Cosi come Shinge non approva per nulla che la figlia frequenti un rock-ettaro.

Fortunatamente nemmeno l'ostinazione dei genitori, l'amore tra Yakko e Go continua a crescere, anche se tra alti e bassi, soprattutto a causa dell'incredibili successo che i Bee Hive hanno avuto e che li costringe sempre più spesso ad intraprendere tournée. Tutto questo, abbinato alla gelosia di Go e all'arrivo al locale di Ryotaro (questo personaggio esiste solo nel manga) porteranno i due all'ennesima rottura...

 Il manga si concluderà con la vittoria del Bee Hive del Rock Festival, la rappacificazione di Go e Yakko e il loro matrimonio

Ho rilasciato una buona fetta delle vicende che avvengono nella trama per non togliervi il gusto di scoprirle, se un giorno vi venisse voglia di leggerlo.

Devo dire che questo è uno dei miei manga preferiti, e, anche se la storia è risaputa, ne consiglio la lettura, soprattutto se siete in cerca di qualcosa di romantico, alcune volte un po' "politicamente scorretto" (se si legge la prma versione della traduzione) e che abbia il sapore di primi anni 80'.

Se siete giunti fino a questo punto non posso fare altro che ringraziarvi.
Un saluto a tutti e... buone letture!!

*https://it.wikipedia.org/wiki/Okonomiyaki






4 commenti:

  1. Ciao!
    Ho letto anche io questo manga (una persona speciale me l'ha prestato :-)) ed effettivamente è molto differente dal cartone animato.
    Ci sono un sacco affezionata a Licia!
    Complimenti per il bellissimo blog.
    A presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!☺ sei troppo gentile!! Spero di sentirti nuovamente!!

      Elimina
  2. Ciao! Ogni volta che leggo qualche post a tema manga mi stupisco di come possa essere un mondo complesso e variegato...di cui io non so niente. Trovo questo genere di post sempre molto istruttivo!

    Complimenti per il blog appena nato! Ti seguo volentieri :-)
    Se ti va di dare un'occhiata anche al mio sito, mi fa piacere!

    lanostrapassionenonmuore.blogspot.it

    A presto :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia! Ti ringrazio per il bellissimo commento. Visiovil tuo blog molto volentieri😉
      Un bacione e a presto!!

      Elimina